Pubblicato da: Doryn | 18 maggio 2010

e-Commerce Forum 2010

Appena rientrata dall’e-Commerce Netcomm Forum 2010 ne approfitto per elaborare le prime considerazioni a caldo.

Sicuramente tutto molto interessante e istruttivo. Alcuni concetti già noti, altri un po’ meno, ma sicuramente un’utile panoramica delle nuove tendenze assunte dal commercio elettronico, che sempre con maggior facilità risulta integrato a strategie di web marketing strutturate che nel contesto attuale non possono prescindere da strategie di e-mail marketing e posizionamento tradizionale e sponsorizzato sui motori di ricerca, Google in primis.

Il convegno istituzionale si è aperto con una serie di interventi che, mediante dati e statistiche, hanno delineato i nuovi scenari e i nuovi trends di questo inizio 2010, in riferimento al mercato dell’e-commerce. Mercato che nel 2009 è cresciuto nonostante la crisi e che anche per quest’anno prevede una nuova e marcata crescita.

Ma quali sono gli elementi chiave che incidono maggiormente sulla scelta di un prodotto o sulla scelta del sito di e-commerce dal quale comprare?

In primo luogo sembra incidere il fattore sicurezza, dove per sicurezza non si intende solo la sicurezza della transazione in sé ma anche il livello di comunicazione diretta avviata dall’azienda con il consumatore e la trasparenza del sito e delle relative condizioni di vendita che permettono all’utente un acquisto consapevole. In secondo luogo incidono il fattore comodità e logistica (paradossalmente il fattore prezzo incide molto meno rispetto a quanto siamo portati a pensare).

Il termine trasparenza mi fa parecchio riflettere su tutti quegli elementi che oggi tendiamo a chiamare “user generated content”. Questa necessità di chiarezza richiesta dagli acquirenti la possiamo ritrovare anche nelle statistiche che ci confermano quanto sia determinante la recensione o il commento positivo su un prodotto nell’influenzare le scelte d’acquisto dei consumatori.

Oramai ci troviamo in mercato in cui l’immensa vastità delle informazioni incrociate con l’infinita possibilità degli utenti di creare contributi, apre un mondo di possibilità al consumatore che in pochissimi click è in grado di reperire informazioni non solo sui prodotti ma anche sull’affidabilità e competitività dei prezzi del sito di e-commerce di riferimento. Pertanto diventa assolutamente fondamentale, per chi desidera fare commercio elettronico, l’assoluta trasparenza sull’identità dell’azienda e in particolar modo su tutto ciò che riguarda l’intero processo di acquisto.

Durante il convegno e durante i workshop pomeridiani è inoltre emersa una forte necessità di integrare e supportare la strategia di commercio elettronico mediante strategie di e-mail marketing mirate volte alla fidelizzazione del consumatore e al miglioramento della sua esperienza di acquisto. Le nuove tecnologie consentono infatti di realizzare comunicazioni sempre più mirate sulla base di dinamiche comportamentali espresse dagli utenti.

Un altro capitolo, del quale si potrebbe parlare per ore, riguarda invece la questione motori di ricerca. All’evento ha infatti partecipato una esponente della divisione retail di Google Italia che ha confermato quanto i motori di ricerca siano determinanti nella fase di reperimento delle informazioni relative ai prodotti da acquistare.

Basti pensare al fatto che giornalmente nel mondo vengono effettuate mediamente oltre 3 miliardi e 600 milioni di ricerche. Mi pare un dato piuttosto significativo sebbene globale.

Se guardiamo invece il mercato italiano nell’ambito delle ricerche effettuate tramite dispositivi mobile, emerge che dal 2008 al 2009 c’è stato un incremento di oltre il 170% relativamente alle commercial keywords.

E in generale le ricerche della categoria Shopping su google.it sono aumentate negli ultimi anni di circa il 328%.. sbalorditivo.

Tutte queste cifre non fanno altro che confermare quanto sia fondamentale supportare un qualsiasi piano di commercio elettronico mediante strategie di marketing di supporto che siano in grado di valorizzare l’offerta in modo mirato ma soprattutto trasparente.

Disporre di un bellissimo e ben strutturato sito di e-commerce  diventa inutile se alla base non vengono pianificate strategie in grado di renderlo visibile e ricercabile. Queste strategie devono tener conto e rispettare le aspettative dell’utente diventato ora sovrano grazie a tutti gli strumenti che il web e il web 2.0 mettono a disposizione.

PS: Vi segnalo che a QUESTO indirizzo potrete trovare molte delle presentazioni in formato pdf che sono state utilizzate durante il convegno e il workshop.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: