Pubblicato da: Doryn | 27 luglio 2010

Un frigorifero all’ingresso

Ecco cosa si è inventata LG per promuovere l’ampia capienza del frigorifero Combi GB7143A2HZ. Visto il caldo afoso delle ultime settimane, direi che l’ingresso è piuttosto invitante :)

L’azione di ambient marketing è stata realizzata a Madrid, nello storico mercato di San Miguel.

Via Viralmente

Ne approfitto per chiedere perdono per l’assenza dell’ultimo mese, ma il trasloco e il successivo assestamento nella nuova casa hanno portato via più tempo del previsto :)

Pubblicato da: Doryn | 18 maggio 2010

e-Commerce Forum 2010

Appena rientrata dall’e-Commerce Netcomm Forum 2010 ne approfitto per elaborare le prime considerazioni a caldo.

Sicuramente tutto molto interessante e istruttivo. Alcuni concetti già noti, altri un po’ meno, ma sicuramente un’utile panoramica delle nuove tendenze assunte dal commercio elettronico, che sempre con maggior facilità risulta integrato a strategie di web marketing strutturate che nel contesto attuale non possono prescindere da strategie di e-mail marketing e posizionamento tradizionale e sponsorizzato sui motori di ricerca, Google in primis.

Il convegno istituzionale si è aperto con una serie di interventi che, mediante dati e statistiche, hanno delineato i nuovi scenari e i nuovi trends di questo inizio 2010, in riferimento al mercato dell’e-commerce. Mercato che nel 2009 è cresciuto nonostante la crisi e che anche per quest’anno prevede una nuova e marcata crescita.

Ma quali sono gli elementi chiave che incidono maggiormente sulla scelta di un prodotto o sulla scelta del sito di e-commerce dal quale comprare?

In primo luogo sembra incidere il fattore sicurezza, dove per sicurezza non si intende solo la sicurezza della transazione in sé ma anche il livello di comunicazione diretta avviata dall’azienda con il consumatore e la trasparenza del sito e delle relative condizioni di vendita che permettono all’utente un acquisto consapevole. In secondo luogo incidono il fattore comodità e logistica (paradossalmente il fattore prezzo incide molto meno rispetto a quanto siamo portati a pensare).

Il termine trasparenza mi fa parecchio riflettere su tutti quegli elementi che oggi tendiamo a chiamare “user generated content”. Questa necessità di chiarezza richiesta dagli acquirenti la possiamo ritrovare anche nelle statistiche che ci confermano quanto sia determinante la recensione o il commento positivo su un prodotto nell’influenzare le scelte d’acquisto dei consumatori.

Oramai ci troviamo in mercato in cui l’immensa vastità delle informazioni incrociate con l’infinita possibilità degli utenti di creare contributi, apre un mondo di possibilità al consumatore che in pochissimi click è in grado di reperire informazioni non solo sui prodotti ma anche sull’affidabilità e competitività dei prezzi del sito di e-commerce di riferimento. Pertanto diventa assolutamente fondamentale, per chi desidera fare commercio elettronico, l’assoluta trasparenza sull’identità dell’azienda e in particolar modo su tutto ciò che riguarda l’intero processo di acquisto.

Durante il convegno e durante i workshop pomeridiani è inoltre emersa una forte necessità di integrare e supportare la strategia di commercio elettronico mediante strategie di e-mail marketing mirate volte alla fidelizzazione del consumatore e al miglioramento della sua esperienza di acquisto. Le nuove tecnologie consentono infatti di realizzare comunicazioni sempre più mirate sulla base di dinamiche comportamentali espresse dagli utenti.

Un altro capitolo, del quale si potrebbe parlare per ore, riguarda invece la questione motori di ricerca. All’evento ha infatti partecipato una esponente della divisione retail di Google Italia che ha confermato quanto i motori di ricerca siano determinanti nella fase di reperimento delle informazioni relative ai prodotti da acquistare.

Basti pensare al fatto che giornalmente nel mondo vengono effettuate mediamente oltre 3 miliardi e 600 milioni di ricerche. Mi pare un dato piuttosto significativo sebbene globale.

Se guardiamo invece il mercato italiano nell’ambito delle ricerche effettuate tramite dispositivi mobile, emerge che dal 2008 al 2009 c’è stato un incremento di oltre il 170% relativamente alle commercial keywords.

E in generale le ricerche della categoria Shopping su google.it sono aumentate negli ultimi anni di circa il 328%.. sbalorditivo.

Tutte queste cifre non fanno altro che confermare quanto sia fondamentale supportare un qualsiasi piano di commercio elettronico mediante strategie di marketing di supporto che siano in grado di valorizzare l’offerta in modo mirato ma soprattutto trasparente.

Disporre di un bellissimo e ben strutturato sito di e-commerce  diventa inutile se alla base non vengono pianificate strategie in grado di renderlo visibile e ricercabile. Queste strategie devono tener conto e rispettare le aspettative dell’utente diventato ora sovrano grazie a tutti gli strumenti che il web e il web 2.0 mettono a disposizione.

PS: Vi segnalo che a QUESTO indirizzo potrete trovare molte delle presentazioni in formato pdf che sono state utilizzate durante il convegno e il workshop.

Pubblicato da: Doryn | 13 maggio 2010

Chocolate iPhone

No, non sono sparita! Semplicemente gli impegni professionali e personali di questo ultimo periodo hanno limitato la mia presenza su questo blog. In ogni caso stasera ho deciso di ritagliarmi un po’ di tempo, ecco quindi il primo aggiornamento.

Forse poco rilevante ai fini del marketing, ma parecchio rilevante per ciò che riguarda la mia personale golosità, è questo cioccolatoso gingillino.

Sebbene non faccia parte della fitta schiera degli iPhonisti, non posso trattenermi dal postarlo :)

Che poi, a voler ben guardare, qualche aspetto marketing-oriented lo si può pure trovare. Difatti tutte queste piccole invenzioni che sfruttano il concetto Apple con una certa sottile ironia, a mio avviso non fanno altro che rafforzare l’immagine e la forza di questo grande brand, ormai abituato a user-generated-video che sempre più spesso diventano veri casi virali.

Via POV

Pubblicato da: Doryn | 31 marzo 2010

Butterfly Attack

Mi segnalano (grazie Mattia) un curioso video che da un paio di giorni gira su Youtube:

e questo è il video di risposta caricato da un account diverso poco dopo:

Osservando attentamente il video non sono riuscita a trovare elementi che possano far intuire la paternità del video. Gli unici oggetti che catturano la mia attenzione, forse perchè particolarmente rossi, sono quei contenitori di bevande posizionati sul tavolo da pic-nic. Ma la loro posizione potrebbe essere casuale. C’è anche un oggetto che cade dalle mani del ragazzo nel secondo video, ma non riesco ad identificare cosa sia.

Ciò che invece mi fa riflettere è il luogo in cui sono avvenuti i due attacchi. Secondo la descrizione del video uno sarebbe avvenuto al Happy Hollow Park a San Jose (California) e il secondo a Palo Alto, altra cittadina della California nei ditorni di San Jose.

Cercando rapidamente in Google sono apparsi numerosi risultati che relazionano le farfalle alla zona di San Jose, che sia un azione per valorizzare il territorio, spingere il turismo o promuovere un determinato parco o zoo? 

Stiamo a vedere :)

Pubblicato da: Doryn | 24 marzo 2010

Fitness First: The Calorie Receipts

Fitness First, una delle catene di palestre più grandi di Berlino, ha messo in atto questa azione low budget per incrementare il numero degli iscritti ai propri corsi.

Partendo dal presupposto che la maggior parte delle persone si reca in palestra per consumare le calorie in eccesso, Fitness First ha scelto di colpire il proprio target proprio nel luogo in cui le calorie vengono assunte: il ristorante.

Grazie ad un accordo effettuato con i gestori dei ristoranti presenti nelle immediate vicinanze delle palestre, l’azienda ha riprogrammato i registratori di cassa in modo tale da far trovare ai clienti sullo scontrino non solo il prezzo del pasto consumato ma anche le calorie assunte e il numero di ore di palestra necessarie per smaltirle.

Lo scontrino fungeva inoltre da voucher per una sessione di allenamento gratuita in una delle palestre Fitness First.

Per un’azione che loro stessi hanno definito a “very low budget” i risultati che hanno esposto non sembrano poi tanto male: solo nel primo mese più di 300 persone si sono presentate per la sessione di prova gratuita e più del 30% si è poi iscritta.

Via Adivertido

Pubblicato da: Doryn | 16 marzo 2010

Ikea arreda le metropolitane di Parigi

La metropolitana è classicamente uno dei luoghi più affollati, frenetici e a volte nevrotici del paesaggio urbano. Gente che corre, che sbuffa, che guarda l’ora o che attende la prossima metro leggendo distrattamente il giornale.

Perchè allora non trasformarla per un giorno in un luogo caldo, colorato e accogliente regalando qualche minuto di serenità ai buoni e bravi cittadini che tutte le mattine si recano assonnatamente al lavoro?

Ecco, questo è quello che ha pensato Ikea in questa azione di ambient marketing realizzata qualche giorno fa a Parigi nelle stazioni più affollate della metropolitana: St. Lazare, Champs Elysées Clémenceau, Concorde, e Opéra.

Personalmente non mi sono mai trovata nella condizione di dover prendere tutte le mattine la metro, ma per anni mi sono recata all’Università, prima, e al lavoro poi utilizzando mezzi pubblici quali autobus e treni. E un buon e morbido divano la mattina alle 7 è quello che ci vuole per digerire con il sorriso gli abbondanti minuti – quando va bene – di ritardo che ogni mattina vengono accumulati dai diversi servizi di trasporto.

Via Fastcompany

Pubblicato da: Doryn | 11 marzo 2010

Dopo la pellicola in 3D ecco il film interattivo

E’ un po’ che volevo scrivere un post a riguardo. Non so se vi è già capitato in questi giorni di vedere uno dei tanti film in uscita nelle sale che utilizzano questa nuova tecnologia in 3D che fino a poco tempo fa eravamo abituati ad apprezzare solo nei grandi parchi dei divertimenti tipo Gardaland.

Ecco, io ho avuto modo di apprezzarla per la prima volta qualche settimana fa con Avatar, gran bel film, forse non innovativo dal punto di vista della trama, ma sicuramente coinvolgente e in grado di farci sognare almeno un po’. Le mie impressioni sul 3D tuttavia non sono ancora lucidissime, un solo film – anche se ho avuto modo di vederlo sia in 2D che in 3D –  è ancora poco per poter esprimere un giudizio concreto, ma devo ammettere che l’esperienza dello spettatore ne guadagna parecchio. A testimonianza di ciò le sale strapiene anche settimane e settimane dopo l’uscita della pellicola, e giusto in questi giorni mi sto battendo per riuscire ad aggiudicarmi qualche posto per Alice in Wonderland, altra grande attesa dell’anno (è la prima volta che mi capita di prenotare posti con 7 giorni di anticipo per aver posti decenti..).

In ogni caso, ciò di cui vorrei parlarvi – sempre restando in tema di experience durante la visione di un film – è di un’altra importante innovazione, che segna un altro passo in avanti in termini di coinvolgimento dello spettatore nelle sale.

Dopo la pubblicità interattiva ecco che arriva nelle sale il film interattivo. Presentato da 13th Street, canale tedesco dedicato al mondo dell’horror e del thriller, Last Call è il primo film in grado di interagire con gli spettatori grazie ad un software a riconoscimento vocale che trasforma i comandi dettati al cellulare dallo spettatore in azioni che determinanano possibili cambiamenti di trama.

Chiaramente si tratta di percorsi preimpostati, quindi l’interazione è comunque veicolata da decisioni e scelte effettuate dalla produzione. In ogni caso mi sembra un esperimento più che interessante, che riprende forse un po’ il concetto di Tube Game del quale avevamo parlato tempo fa.

Buona visione :)

Via Bloguerrilla

Pubblicato da: Doryn | 25 febbraio 2010

Social Media Revolution

Sicuramente non è una novità, ed è ormai parecchio tempo che si parla di rivoluzione dei social media nell’ambito del marketing, in ogni caso ogni tanto mi guardo volentieri video come quello che sto per postare.

In un certo senso credo che aiutino a riflettere su quanto stia effettivamente cambiando il nostro modo di comunicare. Spesso quando ci si trova in mezzo al cambiamento diventa difficile riflettere a mente lucida su ciò che sta succedendo, un punto di vista esterno a volte può aiutare.

Poi qualcuno però mi deve spiegare da dove saltino fuori certe statistiche perchè “l’80% delle aziende usa Linkedin come strumento primario per cercare dipendenti” lo devo ancora vedere :)

E poi avrei pensato ad una percentuale più alta in riferimento ai blogger che postano opinioni su prodotti & brand. E poi.. beh, altre cose. Diciamo che in questo genere di statistiche spesso i dati lasciano un po’ il tempo che trovano e variano in relazione al campione di utenti al quale si riferiscono. In ogni caso, anche se non correttissimi, offrono un’interessante panoramica di ciò che sta succedendo.

Pubblicato da: Doryn | 23 febbraio 2010

Ambient marketing per Toyota

Non male questa campagna di ambient marketing realizzata in Perù da Toyota per promuovere la nuova Yaris. In pratica numerose automobili non-Toyota parcheggiate presso centri commerciali e discoteche sono state trasformate nel nuovo modello della casa giapponese.

Nonostante non sia una novità nell’ambito del marketing non convenzionale, si tratta di un’iniziativa in grado di catturare l’attenzione del pubblico e dei media se realizzata su larga scala.

Peccato solo per questo fuorviante effetto “stropicciato” assunto dal telo. A prima vista ho pensato ad un’azione di sensibilizzazione sociale sul tema degli incidenti stradali.

Via Viralmente

Pubblicato da: Doryn | 11 febbraio 2010

Ecco come ti preparo i biscotti al burro con photoshop

Si tratta di un progetto presentato da una giovane creativa, Maya Rota Klein, all’Adobe YOUNGC Contest da poco concluso. Una giuria si incontrerà a breve per valutare i primi 10 progetti in nomination e il 23 Febbraio verranno comunicati i vincitori.

Maya Rota Klein ha partecipato al concorso con questo progetto nella categoria “Inspirational Mood”, una sorta di tutorial che illustra come preparare dei biscotti al burro.. utilizzando photoshop. Davvero notevole!

Via Bloguerrilla

« Newer Posts - Older Posts »

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: